Sport e genetica - ADNTRO

Sport e genetica

Perché hai tre gelati al giorno e non hai un grammo di grasso? Come fa a saltare così tanto? Perché ti stai riprendendo così bene? Queste sono domande che le persone si pongono ogni giorno. Beh, è vero che la cura di sé e l'allenamento sportivo sono chiavi importanti per rispondere a queste domande, ma non sono tutto.

Il potenziale della genetica è tale che oggi non possiamo rispondere a tutte le domande che ci vengono in mente, ma sappiamo che esistono numerosi SNP (variazioni genetiche) associati all'obesità. Il gene più studiato si chiama FTO e si è visto che pur avendo un'elevata predisposizione a soffrire di obesità, l'indice di massa corporea può essere diminuito effettuando un esercizio intenso.

Lo stesso accade quando andiamo nel mondo dello sport. Un duro allenamento è essenziale, ma ci sono persone che trovano più facile svolgere determinati sport come forza, velocità, sport di resistenza ... Ci sono numerosi studi effettuati al riguardo negli ultimi anni, ma ci sono alcuni risultati che abbiamo noto da tempo.

Una delle varianti genetiche associate alla resistenza è stata scoperta nel 1990 quando si è cercato di spiegare le basi genetiche della distrofia muscolare (un gruppo di malattie che causano debolezza e degenerazione progressiva dei muscoli scheletrici). In seguito, i test sui genotipi ("lettere") del DNA tra persone malate e sane hanno scoperto che, sorprendentemente, alcune persone sane avevano il genotipo che sembrava essere associato alla distrofia muscolare. Fu allora che decisero di effettuare lo studio opposto: studiare il genotipo delle persone atletiche. Dopo vari studi genetici, si è vista l'implicazione di questo gene nel muscolo scheletrico, associando la variante genetica a una maggiore resistenza e capacità di recupero. Tuttavia, queste persone hanno uno svantaggio rispetto agli sport di potenza e velocità poiché la variante ancestrale fornisce una maggiore potenza scheletrica.

E tu? Che varianti hai?Scoprire!

it_ITItaliano