L'importanza del sonno - ADNTRO

L'importanza del sonno

Il termine sonno si riferisce sia all'atto del dormire sia all'attività della mente che si svolge durante quel periodo di riposo. È un necessità biologica che abilita ristabilire il funzioni fisiche e psicologico essenziale per la piena prestazione. Mentre dormiamo, si svolgono un gran numero di attività come la riorganizzazione neurale, il consolidamento e l'archiviazione di ricordi rilevanti.

Nel campo del sonno ce ne sono vari patologie che possono influenzare la salute fisica, la vita personale (famigliare, lavorativa e sociale) e persino la salute mentale nei casi più gravi.

Il più noto è il insonnia. Ci sono due tipi, il transitorio e il cronico. Il primo è il più comune. È causato da stress, ansia, jet lag, preoccupazioni ... oserei dire che tutti abbiamo sperimentato questo disturbo del sonno ad un certo punto della nostra vita e non dobbiamo allarmarci per questo. Quello che ci dovrebbe preoccupare è se detta alterazione diventa ricorrente, cioè se soffriamo di insonnia cronico.

Quest'ultimo termine include problemi nel ridurre la capacità di dormire, sia a causa di problemi nell'addormentarsi (insonnia cronica ad esordio) sia a causa di problemi a mantenere il sonno (insonnia cronica di mantenimento).

Recentemente, a causa dell'attuale situazione contro il COVID 19, è stato definito un terzo tipo di insonnia, il covid-somnio o coronasonnia. Il numero di persone che soffrono di insonnia è aumentato in tempi di pandemia. Gli esperti lo accusano di cambiamenti nel nostro stile di vita (molte ore a casa sdraiati, ridotta attività fisica e ridotta mobilità), incertezza, preoccupazione, stress e ansia.

Comunque sia, l'insonnia riduce le nostre ore di sonno che sono necessarie per ripristinare le funzioni del nostro corpo (minimo 4 ore dormire). Tuttavia, è sorprendente come il ore di sonno naturale tutta la popolazione. Ci sono persone che hanno bisogno tra le 9 e le 10 ore di sonno per essere energiche e altre che con appena 5 ore non hanno nemmeno le occhiaie.

Esiste una componente genetica che colpisce sia le ore naturali di sonno che l'insonnia, ma non sono le uniche caratteristiche del sonno associate alle varianti genetiche.

Associazioni genetiche legate a russare (russamento) e ritmi sonno-veglia (cronotipo o orologio biologico). Il sonno, come altre funzioni corporee, è regolato dal ben noto orologio biologico o ritmo circadiano (ciclo di 24 ore) che adatta la nostra fisiologia alle diverse fasi della giornata. Questo "macchinario" stabilisce a che ora del giorno aumenta la nostra propensione al sonno, inviando un segnale a una ghiandola endocrina situata nel cervello per avviare la produzione di melatonina (l'ormone responsabile del ciclo giorno/notte).

Normalmente i centri di regolazione del sonno ricevono il segnale di attivazione la sera e si disattivano progressivamente al mattino. Tuttavia, l'orologio biologico può essere influenzato da fattori genetici (tra l'altro) che classificano la popolazione in due grandi gruppi: la mattina e la sera.

Sopra ADNTRO Stiamo lavorando per offrirvi una nuova sezione, una sezione del sogno. In esso potrai conoscere la tua predisposizione genetica a soffrire insonnia, a russare, per dormire più o meno ore naturalmente, il cronotipo dove appartieni e se tendi ad essere assonnato per tutto il giorno secondo la tua genetica. !Entra a far parte di ADNTRO e ti terremo informato su tutti gli aggiornamenti!

it_ITItaliano